Le mutazioni.

Mi chiedevo da un po’ il senso di tenere aperto questo luogo di scritti derelitti. Anche perché, a meno di non avere altro da fare nella vita o di pagare qualcuno per farlo, non c’è abbastanza tempo per stare dietro a tutti i cosiddetti social. Già ho una pagina su FB, un account di Twitter, ce ne sarebbe uno pure su Flickr da mesi alla deriva come un’astronave perduta nello spazio…

Di fronte all’evoluzione del web il blog sembra un cascame decadente, un po’ come il tè delle 5 con una nuvola di latte. Anche la parola stessa sa di antico. Roba per tempi più tranquilli insomma, ma che richiede anche molto più tempo per ordinare le idee, mentre con FB è un attimo condividere la prima gif ganza animata che ti passa davanti o litigare con qualcuno sull’utero in affitto, in comodato o in usufrutto.

Non che nessuno ti obblighi a starci dietro o che qualcuno si strappi le vesti per l’improvvisa scomparsa di un luogo che è pochissimo frequentato. E’ più un senso di colpa che ti prende. L’idea di aver iniziato qualcosa senza finirla che è un’idea che personalmente mi provoca un senso di irritazione testicolare acuta. Si potrebbe quindi scrivere la parola fine a tutto ciò e sgombrare il tavolo per pensare a nuovi e più esaltanti progetti. La sensazione che i mezzi siano superiori per numero ai messaggi sarebbe un altro buon motivo per tirare giù la saracinesca. Eliminare i duplicati, le ridondanze e i vattelappesca.

Il blog è uno strumento più riflessivo, più intimo, meno esposto all’interazione molesta, con una memoria più lunga, ha il vantaggio di essere più lento e tante altre belle cose. Tutti questi pro sono anche tutti i suoi contro.

L’esigenza che io sento ora è quella di trovare uno spazio di condivisione delle idee filmiche e questo non è il luogo migliore.

E’ quindi forse ora di provare a dividere le cose piuttosto che ripeterle su diversi medium. Così qui lascerei solo spazio al personale, mentre altrove e precisamente sulla pagina FB continuerei con la parte più propriamente filmica che significa scrivere, filmare e montare.

Pertanto per i pochi aficionados dei miei tiramenti questo spazio resterà, anche se forse più sotto forma di museo, mentre per tutto il resto il luogo più adatto sarà questo:
https://www.facebook.com/alexthecatfilmmaker/

Buona condivisione.

IlmegaredattoresideralediAlexvillamirafilmmaker.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...